Tavolo di confronto tra ABI e Associazione dei consumatori

lunedì 28 marzo , 2011

Un tavolo di confronto tra ABI e Associazione dei consumatori è pronto a partire a breve per valutare e analizzare possibili iniziative comuni sui mutui. Una nuova finestra aperta su questo argomento permetterà alle famiglie di avere a disposizione tutte le variabili e le informazioni necessarie per affrontare una scelta così impegnativa come quella del mutuo, che spesso si presenta complicata sia da un punto di vista temporaneo che decisionale tra tasso fisso e variabile. Negli ultimi mesi si registra un aumento di coloro che scelgono il tasso fisso, anche se nel secondo semestre 2010 il 47% dei mutui stipulati è stato a tasso variabile, il 24% a tasso fisso e il 26,5% a tasso variabile con Cap.

Per le banche la scelta dei loro clienti sulla diversa tipologia di tasso risulta del tutto indifferente perché la redditività tra un fisso o variabile risulta esattamente la stessa. La soddisfazione della banca è quella di vendere la soluzione finanziaria più soddisfacente alle esigenze del proprio cliente. Ilia Fino

   , , , ,

Condividi su:

Articoli correlati

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *