Tecnocasa: indagine a campione nel il mercato dei mutui

martedì 12 Aprile , 2011

Da un’indagine svolta dall’ufficio studi di Tecnocasa che ha preso in esame un campione di circa 6.200 mutui erogati dal franchising in Italia nel secondo semestre del 2010 emerge che il 48% dei mutuatari ha optato per un mutuo a tasso variabile puro accettando un rischio più alto ma ottenendo una rata mensile più bassa. Il 32% dei mutuatari hanno scelto un tasso variabile con cap, mentre solo il 18% dei mutuatari ha scelto il tasso fisso con un costo maggiore e una rata costante per tutta la durata del finanziamento. Nel 2009 la stessa tipologia di mutuo, quello a tasso fisso, presentava una percentuale del 29%, nel 2008 era invece pari al 72%. La preferenza per il variabile è stata maggiore nel nord est (65%) e nel nord ovest (84%). Inoltre, la durata media di un mutuo stipulato in Italia è di circa 25,5 anni. La tipologia di mutuo a tasso fisso dura di solito 24 anni, quindi un periodo inferiore, quello a tasso misto impone una durata di 28 anni, mentre quello variabile è in linea con la durata nazionale dei mutui cioè 25,5 anni.

Ilia Fino

 

Condividi su:

Articoli correlati

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.