Interessi detraibili conto accessorio con rinegoziazione mutuo

martedì 19 Aprile , 2011

L’agenzia delle entrate ha stabilito nella risoluzione 43/E del 12 aprile 2011 che è detraibile dall’Irpef il 19% degli interessi passivi derivanti da mutui  per  acquisto, costruzione o ristrutturazione dell’immobile stipulati prima del 28 maggio 2008. Questa procedura di rinegoziazione   annulla il mutuo e lo trasforma da mutuo a tasso variabile in mutuo a rata fissa. In termini minimalisti, la rinegoziazione comporta “solo” un prolungamento della durata originaria del mutuo, in quanto, alla data di originaria scadenza l’eventuale debito risultante sul conto di finanziamento accessorio ( dato dalla differenza tra la rata originaria e quella rinegoziata) viene soddisfatto attraverso il pagamento della rata fissa risultante dalla rinegoziazione, fino alla sua completa estinzione.

Ilia Fino

 

   ,

Condividi su:

Articoli correlati

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.