Mutui più leggeri grazie al mini spread

domenica 1 Febbraio , 2015

I cambiamenti attualmente in atto sono molti, e i tentativi di migliorare l’andamento economico del nostro Paese continuano costantemente nella speranza di trovare una soluzione sempre migliore e di un ulteriore valore. L’ultima svolta potrebbe essere quella decisiva, e a questo proposito parliamo proprio di quello che si sta muovendo all’interno delle banche, e di come è possibile perciò ottenere dei mutui più leggeri tramite il mini spread. In cosa consiste tutto questo?

Si può iniziare ad analizzare questo concetto, partendo dalle convinzioni di Renzi che dicono che servirebbe un cambio anche per quanto riguarda le regole delle banche, in modo da supportare gli altri cambiamenti che stanno venendo attuati nel mondo del lavoro e non solo. Tutti sappiamo che per coloro che hanno da poco un contratto di lavoro è quasi impossibile ottenere un mutuo. Questo crea delle problematiche, magari anche debiti, sogni irrealizzati e disagi economici. In base a questo, il presidente del Consiglio vorrebbe che si riuscissero a creare dei fondi che possano supportare e realizzare le idee dei giovani, e che le banche iniziassero a cambiare un po’ il proprio modo di agire, al fine di favorire di più la popolazione. Probabilmente, questa spinta di Matteo Renzi potrebbe funzionare, e le banche potrebbero riuscire a sbilanciarsi di più.

Questa premessa serviva per sottolineare che qualcosa sta cambiando, che ci sono possibilità che il settore mutui venga migliorato, e che in questo nuovo anno le cose vadino molto meglio sotto questo punto di vista. Questo cambiamento potrebbe essere guidato dal fatto che ci potrà essere un mini spread. Questo significa che i maggiori istituti che concedono il credito finanziario stanno abbassando gradualmente questo tasso. Tutto andrà molto lentamente perché, con la crisi in atto, anche gli istituti più ambiti prestano molta attenzione a chi concedono cosa. Tuttavia, già adesso, chi richiede un mutuo al 50% per comprare una casa, risparmia molto rispetto a chi lo richiede all’80%. La buona notizia è che molti valori continueranno a scendere, e questo significa che il risparmio del richiedente continuerà ad aumentare.

Per rendersi conto meglio di tutto questo concetto dei mini spread e dei mutui più accessibili, possiamo dare un’occhiata agli attuali tassi variabili proposti dai più affidabili istituti di credito: dall’1,9% (per mutui al 50% del valore della casa) al 2,4% (per soluzioni all’80%). Quest’anno queste percentuali potranno scendere ulteriormente, oscillando invece tra l’1,6% e il 2,1%. Sarà difficile che si scenda sotto l’1,5%, in quanto questa cifra si presenta come una soglia di sicurezza per le banche, che altrimenti si troverebbero quasi certamente in perdita.

Ultimamente si parla anche di una maggiore liquidità e di una più elevata erogazione per quanto riguarda i prestiti. Ci sono molti elementi cruciali che permetterebbero alle banche di avere disposizione una maggiore liquidità, e questo è quello che molti istituti stanno studiando al fine di poter raggiungere i propri obiettivi. In tutto questo, rientrano in qualche modo anche i cambiamenti riguardanti i mutui. Data la possibilità di trasferire il proprio mutuo da un istituto bancario ad un altro, il richiedente può chiedere una rinegoziazione alla propria banca, o passare ad un istituto che offre delle migliori soluzioni. Questo sta già accadendo, e tutti coloro che hanno a che fare con spread più alti, stanno passando la loro fiducia alle banche che hanno deciso di far scendere questi tassi.

Nell’ultimo periodo sono sempre più gli istituti bancari che accettano una rinegoziazione ed abbassano lo spread ad un cliente che può garantire la sua posizione grazie ad uno stato patrimoniale affidabile. In caso non si potesse riuscire a trovare un buon accordo, si può sempre optare per la surroga, trasferendo il mutuo dove potrà rivelarsi più conveniente.

Ad ogni modo, tutto quello che sta accadendo, contribuirà all’aumento delle erogazioni da parte delle banche e potrà, tramite il mini spread, abbassare i costi per coloro che hanno bisogno di un mutuo. Le cose continuano quindi a muoversi verso migliori soluzioni e al fine di cambiare alcune delle regole più restrittive che hanno le banche. Tutto questo porterà sempre più ottimi risultati, sia per quanto riguarda il lavoro che per l’acquisto di un immobile.

 

   ,

Condividi su:

Articoli correlati

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.