Guida: come ottenere il prestito ideale per aprire la tua azienda

mercoledì 27 Gennaio , 2016

Viviamo in un momento di particolari difficoltà economiche, soprattutto per chi non ha ancora trovato il proprio percorso lavorativo ma, al tempo stesso, avrebbe qualche idea interessante per aprire un’attività che sia piacevole ma anche remunerativa, come ad esempio un bar, un negozio, oppure un ristorante. Ma la vita per questo tipo di persone non è assolutamente semplice per via della stretta creditizia e delle enormi difficoltà nel reperire un prestito che possa dare il via alla propria attività commerciale. Vediamo quindi insieme una guida che ci permetterà di ottenere il prestito ideale per aprire l’azienda che desideriamo con così tanta forza.

Quali sono gli ostacoli da superare
Ottenere il prestito necessario per avviare la propria attività commerciale può diventare un problema molto serio, fonte di nevrosi e di sconforto. A causa della stretta creditizia che ha colpito i prestiti bancari, infatti, non è assolutamente facile per un lavoratore autonomo dare le necessarie garanzie per ottenere il prestito necessario all’apertura dell’attività. Questa difficoltà è stata testimoniata da un’indagine della Federazione Nazionale Unitaria dei Confidi dell’artigianato (Fedart Fidi), che ha rilevato numeri davvero preoccupanti: stando alla ricerca, infatti, oltre un milione di aziende ha dovuto affrontare un percorso ad ostacoli molto serio per accedere a mutui, prestiti e finanziamenti bancari, sempre più spesso frutto di una rigidità delle banche al limite del sopportabile. Soprattutto per i lavoratori autonomi, una categoria sempre più scoperta per quanto riguarda la possibilità di offrire garanzie che possano accontentare le alte richieste delle banche: fortunatamente però esistono servizi finanziari che permettono anche a questa categoria di usufruire di questi prestiti. In particolare, sul web è possibile documentarsi meglio riguardo gli incentivi ed i finanziamenti disponibili per i lavoratori autonomi su prestitisenzabusta.it, noto portale che permette di scoprire nel dettaglio i diversi tipi di prestiti attualmente sul mercato.

Come ottenere il finanziamento
Se non si hanno le garanzie adeguate per coprire le richieste delle banche per accedere ad un prestito, esistono comunque delle vie alternative per aggirare questo problema. Innanzitutto, i lavoratori autonomi che vengono etichettati come ad alta rischiosità dovrebbero prima di ogni altra cosa stipulare dei contratti di rete per aumentare la solvibilità, così da risultare più coperti durante la richiesta di un mutuo, un prestito od un finanziamento bancario. Inoltre, il consiglio è sempre quello di rivolgersi a istituti di credito che partecipino ad un’iniziativa regionale e che possano contare su un fondo di garanzia pensato per specifiche aziende: così facendo, si potrà richiedere un prestito usufruendo di una stretta creditizia minore e di vincoli decisamente più abbordabili. Infine, è sempre il caso di evitare di richiedere un nuovo prestito quando si è già coinvolti in altre forme di finanziamento: questo perché le banche e gli istituti di credito saranno decisamente più restii a concedere il prestito a soggetti che presentano un elevatissimo rischio di insolvenza.

   , , , , , , ,

Condividi su:

Articoli correlati

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.