Preammortamento mutuo: cos’è?

lunedì 30 Gennaio , 2017

Quando viene stipulato un contratto di mutuo, finalizzato al finanziamento dell’acquisto di una casa, tra la sottoscrizione dello stesso e il pagamento della prima rata, composta da quota capitale e quota interessi, si ha un intervallo di tempo chiamato preammortamento del mutuo.

Tale asso temporale, si caratterizza per il fatto, che il cliente versa alla banca solo la quota interessi.

Quando si ha il preammortamento tecnico, cioè il periodo di tempo che intercorre tra la firma del contratto e la prima rata, gli interessi che vengono pagati, sono relativamente contenuti, in proporzione ai giorni intercorsi. E’ evidente che, più vicine sono la data di stipula del contratto e il pagamento della prima rata, minori saranno gli interessi totali versati a fine piano.

Preammortamento mutuo: quali sono i benefici e quali i costi

Ridurre i tempi del preammortamento non sempre è opportuno; infatti, talvolta, potrebbe rendersi necessario un preammortamento finanziario, ovvero un periodo di tempo stabilito concordemente dalla banca e dal cliente, il quale, per motivi economici può richiedere di rinviare il pagamento della prima rata completa di capitale ed interessi, pur avendo già ottenuto la somma necessaria all’acquisto della casa.

Questo genere di preammortamento dura normalmente  fino a 5 anni, esso permette, a fronte di un aumento totale dei costi, di avere il finanziamento quando serve e iniziare a pagare alla banca piccole rate di soli interessi prima di partire con il rimborso vero e proprio.

Preammortamento mutuo: valutazioni del cliente

Sarà il cliente che dovrà valutare puntualmente, i pro e i contro di questa operazione, tenendo in considerazione una serie di dati: l’urgenza dell’acquisto, della ristrutturazione, le prospettive di reddito presenti e nell’immediato futuro, ecc.

Talvolta infatti, i benefici derivanti da una stipula immediata del contratto, possono prevalere sulla necessità di pagare interessi aggiuntivi per il preammortamento, che comunque potrebbero pesare meno di un contratto di affitto.

Condividi su:

Articoli correlati

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.