In arrivo il super-bonus dell’85%

giovedì 18 gennaio , 2018

la manovra 2018, introduce un nuovo bonus fino all’85%, per lavori effettuati nei condomini, finalizzati alla riduzione del rischio sismico, e inoltre conferma le misure in tema di ecobonus e di sisma bonus, rimodulandoli per il 2018.

Il super-bonus fino all’85%: di cosa si tratta?

Il super-bonus, è un unico bonus, che racchiude in se, sia l’ecobonus che il sismabonus, per gli interventi sui condomini «finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica».

Tale previsione, è stata inserita nella manovra grazie ad un emendamento in corso d’esame alle commissioni, e prevede che il bonus sia all’80%, se gli interventi effettuati determinano il passaggio ad una classe di rischio sismico inferiore e all’85% per il passaggio a due classi di rischio inferiori.

Si tratta di una detrazione suddivisa in dieci quote annuali di uguale importo, che viene applicata su un ammontare di spesa non superiore a 136 mila euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Ecobonus del 65% per caldaie di classe A con termovalvole

La manovra modifica anche l’ecobonus per il 2018, in tema di caldaie, la legge dice: “la detrazione per le spese, sostenute dal 1° gennaio 2018, relative agli interventi di acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, schermature solari e sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione di classe energetica A” viene ridotta al 50% (e non sarà proprio corrisposta per quelli inferiori alla classe A).

Invece, la stessa sale al 65% per le caldaie con massima efficienza “e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti (appartenenti alle classi V, VI o VIII), o con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro, o per le spese sostenute all’acquisto e posa in opera di generatori d’aria calda a condensazione“.

Condividi su:

Articoli correlati

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *