Cos’è il mutuo?

Parliamo di finanziamenti?

Si chiama “Finanziamento” l’operazione mediante la quale un soggetto economico realizza la provvista di mezzi finanziari necessari alla realizzazione di investimenti o al soddisfacimento dei propri bisogni.

Il termine finanziamento è poco usato, si parla generalmente di Prestito o Credito; ad esempio Il Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (D.L. 1° settembre 1993, n. 385) specifica che tra le attività delle imprese bancarie vi sono “le operazioni di prestito, compreso in particolare il credito al consumo, con garanzia ipotecaria, etc”.

Tutti i finanziamenti assumono la forma di un contratto scritto che si perfeziona non con il semplice consenso, ma con l’effettiva consegna di quanto si vuole dare a prestito. Questo particolare tipo di contratto di chiama MUTUO.

Il mutuo è il contratto con il quale una parte (detta mutuante) consegna una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili ad un’altra (detta mutuataria) che si assume l’obbligo di restituire, al momento stabilito, altrettante cose della stessa specie e quantità. In genere il contratto è a titolo oneroso e la misura degli interessi, o è convenuta dalle parti, o si applica il saggio degli interessi legali stabilito dall’art.1284 Cod.Civ.

Le parti possono convenire che la restituzione delle cose mutuate avvenga ratealmente, in tale ipotesi, la mancata corresponsione anche di una sola rata da parte del mutuatario consente al mutuante di chiedere la restituzione immediata dell’intero. La risoluzione del contratto può essere chiesta anche in caso di mancato pagamento degli interessi. I mutui aventi per oggetto una somma di denaro sono restituiti, di regola, in modo rateale e le singole rate, calcolate in base ad un piano di ammortamento, posso essere costanti, crescenti, decrescenti o predefinite nella loro entità.

I mutui si possono dividere in:

  • CHIROGRAFARIO: quando non è assistito da alcuna garanzia;
  • IPOTECARIO: quando è assistito da una garanzia ipotecaria;
  • PIGNORATIZIO: quando è assistito da un pegno;

Senza dimenticarci delle garanzie…

Con la parola GARANZIA si intende un complesso di rapporti giuridici accessori (rispetto al rapporto obbligatorio principale) che mirano a rafforzare la posizione del creditore in ordine all’adempimento dell’obbligazione da parte del debitore. A questo proposito si parla di:

Garanzia generica con riferimento ai poteri che tutti i creditori hanno di soddisfare le proprie ragioni, mediante esecuzione forzata su tutti i beni del debitore a parità di condizione.

Garanzia personale come il Mandato di Credito, la Fideiussione e l’Avallo con le quali i soggetti che le sottoscrivono si impegnano ad adempiere in luogo ed in concorso con il debitore principale; con la possibilità per il creditore, in caso di inadempimento, di soddisfarsi anche sopra il loro patrimonio personale;

Garanzia reale come il Pegno, l’Ipoteca ed il Privilegio con le quali vengono costituiti a garanzia specifici beni vincolati a favore del creditore in forma preferenziale escludendoli da eventuali azioni da parte di altri creditori.

Qual è il prodotto più adatto alle le mie necessità?

I finanziamenti a medio e lungo termine sono normalmente suddivisi in categorie con riferimento ai seguenti elementi

I soggetti beneficiari;

Gli scopi per i quali vengono richiesti

Analizzeremo i seguenti prodotti:

CREDITO PERSONALE
CREDITO AL CONSUMO
CESSIONE DEL QUINTO
CREDITO FONDIARIO
FINANZIAMENTI AGEVOLATI