La conservatoria

Presso LA CONSERVATORIA DEI REGISTRI IMMOBILIARI sono registrati tutti gli atti riguardanti trasferimento di beni immobili, la costituzione di diritti reali immobiliari ed altri contratti sempre relativi agli immobili (ad esempio acquisizione usufrutto).

Si parla di TRASCRIZIONE quando nel registro vengono annotate le vicende giuridiche di un immobile come le compravendite, i contratti che costituiscono, trasferiscono, modificano diritti di usufrutto, di superficie e di enfiteusi, i contratti di locazione con durata superiore a nove anni e tutti gli altri atti previsti dall’art. 2643 del Codice Civile.

Si parla di ISCRIZIONE quando vengono annotati gli atti relativi alla costituzione di ipoteche ed altre garanzie reali.

La Conservatoria conserva anche tutta la documentazione relativa agli atti registrati.

I Registri sono tenuti su base personale e non sulla base degli immobili oggetto dei contratti, la “storia” dei beni si ricostruisce quindi attraverso la successione dei vari proprietari. Quando un bene viene venduto da Tizio a Caio, viene effettuata una trascrizione contro Tizio a favore di Caio, tutte le ricerche sono quindi da effettuare in base ai nomi delle persone e non in base ai dati relativi all’immobile.

La trascrizione presso la Conservatoria non è un elemento che integra il contratto di compravendita in effetti chi compra un immobile ne diventa proprietario anche se non viene trascritto l’atto, è una forma indispensabile di “pubblicità dichiarativa” in quanto solo dopo l’avvenuta trascrizione la compravendita sarà opponibile a terzi.

Un approfondimento sulle categorie